Vitello d’oro

Fonti

L’episodio del Vitello d’oro è riferito nell’Esodo (Es 32). Poiché Mosè tardava a discendere dal Sinai, gli Israeliti, tentati dall’idolatria, chiesero ad Aronne di fare per loro «un Dio che cammini alla nostra testa». Il fratello di Mosè, allora, fece fondere i gioielli delle donne per ricavarne un vitello d’oro: fu questo il nuovo idolo al quale gli Israeliti offrirono sacrifici. Mosè, al suo ritorno, vedendo il popolo danzare e cantare attorno alla statua, si adirò: «scagliò dalle mani le tavole (della Legge) e le spezzò ai piedi della montagna. Poi afferrò il vitello che quelli avevano fatto, lo bruciò nel fuoco, lo frantumò fino a ridurlo in polvere, ne sparse la polvere nell’acqua e la fece trangugiare agli Israeliti» (Es 32,19-20).
La tradizione ha visto nel vitello d’oro un’immagine del diavolo, sempre pronto a suscitare l’idolatria.

Iconografia

Nella basilica di Sainte-Madeleine a Vézelay e nella cattedrale di Saint-Lazare ad Autun, troviamo dei capitelli con la rappresentazione di Mosè che spezza le tavole della Legge sulla testa del vitello d’oro.

A Vézelay l’idolo è cavalcato da Satana; un demonio urlante coi capelli ritti gli esce dalla bocca; un Israelita porta sulle spalle una capra che si appresta ad offrirgli in sacrificio.

Ad Autun il diavolo, alato e irsuto, sta dietro al vitello. Come a Vézelay, è lui che ha spinto gli Ebrei a ricadere nell’idolatria.

Nei dipinti romanici della chiesa di Saint-Julien a Tours, si vede Mosè che frantuma il vitello d’oro e poi fa bere l’acqua amara agli infedeli. Una miniatura del manoscritto della badessa Herrat di Landsberg, l’Hortus Deliciarum, rappresenta tre uomini e due donne che danzano attorno al vitello d’oro. Lo stesso tipo di immagine ricompare anche nelle miniature della Bibbia di San Isidoro di Leon.

image

Vézelay (Francia, Borgogna). Sainte-Madeleine
Capitello: Mosè e il vitello d’oro cavalcato dal diavolo

 image

Autun (Francia, Borgogna)
Capitello sud: Mosè e il vitello d’oro comandato dal diavolo

image

San Isidoro (Spagna, León)
Bibbia del X secolo: Mosè scende dal Monte Sinai con le Tavole della Legge mentre gli Israeliti adorano il vitello d’oro

Dizionario di Iconografia Romanica, Milano, Jaca Book 1997, pp. 370-371

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...