Elia ed Eliseo

Fonti

Il profeta Elia è, con Mosè, il più grande personaggio dell’Antico Testamento. Della sua vita e del suo ministero ci parlano i due libri dei Re (1Re 17-21 e 2Re 1-2).

Elia fa la sua comparsa sotto il regno di Acab di Samaria che, avendo sposato Geza­bele, figlia del re di Sidone, favorisce il culto di Baal. Il profeta, il cui nome significa «il mio Dio è qui», lotterà tutta la vita per il trionfo di Jahvé sugli idoli. È lui che predice che Dio scatenerà una tremenda siccità per punire l’infedeltà del suo popolo: la profezia si realizza ed Elia, minacciato, fugge ad est del Giordano, in una zona deserta dove è nutrito da un corvo. Tre anni dopo questo fatto, sfida i sacerdoti di Baal; sul monte Carmelo vengono eretti due altari sacrificali, uno per Dio, l’altro per Baal: «La divinità che risponderà concedendo il fuoco è Dio!», dichiara Elia. Da una parte il profeta, dall’altra i sacerdoti di Baal implorano il proprio Dio perché accenda la legna del ro­go a lui consacrato: Baal, malgrado le sup­pliche dei suoi, non si manifesta; il Dio di Israele invece trionfa, facendo cadere un ful­mine che incendia il suo altare. In seguito, Elia stermina i falsi profeti.

Poi, inseguito dalla vendetta della regina Gezabele, si rifugia nel deserto dove, questa volta, è nutrito da un Angelo. A questo pun­to, Dio gli ordina di scegliere Eliseo come discepolo e successore. Il profeta ubbidisce ed Eliseo accetta di seguirlo ab­bandonando la propria terra, i buoi e i geni­tori.

clip_image002

Vocazione di Eliseo

Bibbia di San Isidoro (León)

Alla fine della vita, il profeta è rapito da Dio: mentre si trova in compagnia del disce­polo, «ecco un carro di fuoco e dei cavalli di fuoco si interposero fra loro due. Elia salì nel turbine verso il cielo». Gettando il man­tello su Eliseo, gli trasmette simbolicamente il proprio spirito e la propria potenza. Eli­seo, in segno di dolore e di lutto, straccia in due parti le proprie vesti (2Re 2,12), ma continuerà fedelmente la missione del mae­stro. La tradizione cristiana ha visto in Elia una figura di Cristo, essenzialmente per via del suo rapimento sul carro di fuoco, acco­stato all’Ascensione del Messia.

Iconografia

Generalmente, il profeta è rappresentato co­me un vegliardo calvo e barbuto, a volte accompagnato da uno dei suoi attributi: il cor­vo del deserto o la ruota del carro di fuoco; quando non è così, è difficile distinguerlo dagli altri profeti che lo circondano. Sulla facciata di Notre-Dame-la-Grande a Poitiers, per esempio, è affiancato da Isaia, Da­niele e Mosè, coi quali personifica l’Antico Testamento, di fronte agli Apostoli che sim­boleggiano il Vangelo.

Per quanto riguarda la sua vicenda pro­priamente detta, la scena più frequentemen­te rappresentata è il rapimento sul carro di fuoco. A volte gli artisti condensano in un unico quadro questa apoteosi e la designa­zione del successore: salendo al cielo, Elia lascia cadere il mantello, per significare il dono dei «due terzi» del suo spirito. Una composizione di questo tipo si trova nella Bibbia di Roda, dove una miniatura presen­ta il profeta con le braccia alzate al cielo, e in un bassorilievo della facciata della chiesa di Ripoll. Nel paliotto di Klosterneuburg, ope­ra dell’orafo Nicola di Verdun, la scena è posta, significativamente, di fianco a un me­daglione con l’Ascensione di Cristo.

Nelle opere che illustrano l’Apocalisse di Giovanni, il profeta a volte è rappresentato ai piedi della donna che simboleggia la Ver­gine; egli compare anche nella Trasfigurazio­ne di Cristo sul Monte Tabor, dove, assieme a Mosè, sta di fianco a Gesù. In questi due casi, Elia incarna la continuità fra l’Antica Legge e la Nuova Alleanza.

Dizionario di Iconografia Romanica, Jaca Book, Milano 1997, pp. 159-160

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...