I misteri di San Miniato al Monte. ll significato dello zodiaco della navata (2)

Ciascuno dei dodici segni dello zodiaco è stato messo in relazione non solo con una particolare forma del temperamento umano, ma anche con una parte del corpo e un’attività. Il diagramma medioevale illustra la tradizione nel suo aspetto esteriore, ma non bisogna dimenticare che la questione dei domini ha implicazioni più profonde. Per esempio l’Ariete presiede non solo alla testa ma anche al ‘procedimento della testa’ , cioè al pensiero ed alla formazione delle idee, mentre il Toro, domina non solo la gola ma anche la ‘funzione della laringe’, cioè il linguaggio e la parola umana. Nell’immagine dell’uomo zodiacale l’Ariete è collocato sulla testa, il Toro intorno alla gola, mentre l’ultimo segno dello zodiaco, i Pesci, è raffigurato nei due pesci ciascuno attaccato al piede. Vedremo che questa antiche associazioni sono importanti nel contesto del simbolismo nascosto di S. Miniato.

Solo due simboli di questo zodiaco sono stati adattati specificatamente in rapporto a S. Miniato. Si tratta del Toro e dei Pesci. Nell’ambito dello zodiaco cristiano il Toro è stato interpretato come un’immagine di Cristo che ha sacrificato la vita ed il proprio corpo per la Redenzione dell’Uomo. In origine la simbologia di questo ‘toro’ era connessa con i misteri mitriaci, che nei primi secoli dopo Cristo contesero il predominio al Cristianesimo. L’immagine centrale del culto mitriaco era quella di un toro nel momento di essere sgozzato, affinché il suo sangue irrorasse la terra: talora uno scorpione lo aggredisce ai genitali. Dal punto di vista dell’astrologia il simbolismo è piuttosto evidente, poiché il Toro e lo Scorpione si contrappongono nello zodiaco. Inoltre l’idea del Toro sgozzato stabilisce un nesso tra quest’immagine e Cristo, che ha versato il Suo sangue per redimere la terra. Questa immagine di Cristo come toro, associato a tali significati simbolici, è usata generalmente per esprimere il sacrificio di sangue e la discesa nella materia. Il Toro è il primo segno di terra. Un ulteriore associazione derivava dall’idea del dominio del Toro sulla gola, poiché si faceva risalire al Toro anche il suono della parola umana. L’idea che il linguaggio parlato fosse sotto il domino del Toro si estese fino a comprendere nel suo dominio il Verbo stesso. Il simbolismo zodiacale segreto del Cristianesimo si appropriò del Toro come simbolo della parola incarnata, del Logos. Questo importante concetto cristiano si trova magnificamente espresso nel simbolismo zodiacale di S. Miniato.

Se il Toro riguardava la discesa del Verbo nella materia, il dodicesimo segno, i Pesci, riguardava l’ascesa dello Spirito. L’idea è che il tipo Pesci vive nel poetico mondo ‘acquatico’ di quello che oggi chiameremmo l’inconscio. Nello zodiaco cristiano l’immagine dei due pesci richiama l’idea dello spirito e dell’anima, legati assieme dalla cordicella d’argento che tenevano in bocca. La tipica immagine medioevale dei Pesci esprime questa idea mostrando i due pesci che nuotano in direzione opposta; una raffigurazione del genere si può vedere nello zodiaco marmoreo sul pavimento del Battistero di Firenze, che è nello stesso periodo di quello di S. Miniato, anche se di minore fattura e concezione. L’essenza ‘spirituale’ dei Pesci fu messa in chiaro rapporto con la natura spirituale di Cristo.

Comunque fin dai primissimi tempi Cristo era stato messo in relazione con l’immagine del pesce. I pesci disegnati nelle catacombe erano i simboli di Cristo, e sono state proposte molteplici interpretazioni per spiegare questo simbolo. Lo zodiaco di S. Miniato ignora il tipico simbolismo medioevale: i pesci si presentano allineati nella stessa direzione, e non sono uniti da nessuna cordicella d’argento.

In questa duplice immagine del Toro e dei Pesci appaiono i due poli della natura di Cristo, che tanto hanno preoccupato la Chiesa dei primi tempi. Vediamo nel Toro l’immagine di Cristo, ‘lo spirito che si è fatto uomo’ per morire nel mondo. Nei Pesci vediamo l’immagine di Cristo che era spirito, libero di lasciare il piano fisico dopo la morte, in segno di Vittoria sulla Morte. La prima è un’immagine di incarnazione, mentre la seconda è un’immagine di Liberazione dalla Carne.

I Pesci controllano il piede nell’uomo. Se ci disponiamo al centro dello zodiaco, il Cristo-Pesci si trova ai nostri piedi, nella fredda effige marmorea dei due pesci. È proprio la singolarità di questa immagine – il fatto che si allontani dal consueto simbolismo medioevale – ad indirizzarci verso il primo dei grandi misteri di S. Miniato. Se guardiamo in basso verso questi due pesci, restando sempre al centro dello zodiaco, scopriamo di essere implicati in una straordinaria rappresentazione simbolica, in quanto ci troviamo sull’immagine del sole, al centro dello zodiaco.

Secondo la cosmologia medioevale la terra, e non il sole, si trovava al centro del Creato. Tutto il mondo delle gerarchie spirituali ruotava non intorno al sole, ma intorno alla terra, e lo zodiaco medioevale presenta di solito una visione geocentrica – come ad esempio nello zodiaco del Camposanto di Pisa o nel Duomo di San Gimignano. Eppure qui, in questa tarsia marmorea, troviamo il sole al centro, in aperta sfida alla concezione medioevale dell’ordine delle cose! Ciò è perfetta armonia con il simbolismo segreto di S. Miniato.

Autore: Fred Gettings
Pubblicazione:
I misteri di San Miniato al Monte
Editore
: Arti Grafiche
Luogo: Firenze
Anno: 1978
Vedi anche:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...