La cosmologia simbolica di Onorio di Autun

In un eccellente studio, M.Th. d’Alverny ha preso in esame un’opera di Onorio di Autun, la Clavis Physicae, in base ad uno dei più antichi manoscritti del trattato. L’influenza di Giovanni Scoto Eriugena e, attraverso questi, di Dionigi corretto da Massimo, è fondamentale in una teoria della natura creata e creatrice. Il ruolo creatore delle Cause primordiali, preformate dal Padre nel Logos, è di ordinare questo mondo visibile e invisibile. I temi platonici e plotiniani, più o meno integrati alla dottrina dei Padri, sono utilizzati da Onorio di Autun attraverso il testo di Giovanni Scoto Eriugena. Onorio dividerà l’universo in cinque categorie: corporale, vitale, sensitiva, razionale e intellettuale. In questa sua opera i simboli abbondano e fungono da interpreti al fine di ritrovare il Creatore nello specchio dell’universo.
Una miniatura della Clavis Physicae presenta raffigurazioni simboliche del tutto originali. La miniatura è divisa in quattro settori.

Nel primo settore un personaggio regale è circondato da sette donne; al di sopra di esso è inscritto il nome bonitas; anche al di sopra delle altre figure sono indicati nomi che corrispondono ai sette nomi divini: justitia, virtus, ratio, veritas, essentia, vita, sapientia. Il tema non è nuovo: le sette arti liberali, la Sapientia e le sue sette figlie si incontrano spesso.
Nel secondo riquadro un mostro è posto all’interno di un medaglione circondato da queste parole: materia informis; esso simboleggia la terra « informe e vuota » della Genesi. Alla sua sinistra una donna regge una banderuola sulla quale è scritta la parola locus; alla sua destra un vegliardo porta l’iscrizione tempus. Così, in questo secondo riquadro, sono rappresentati il tempo e lo spazio.
Il terzo riquadro è occupato da un insieme di quattro miniature che raffigurano la creazione. La prima rappresenta gli angeli, la seconda gli uccelli, la terza i pesci e la quarta le piante, gli animali e la coppia umana.
Nell’ultimo riquadro si trova il volto aureolato di Cristo che sostiene tutto il cosmo e lo attira a sé per mezzo di un insieme di legami simbolici.

Un’altra opera di Onorio di Autun, l’Elucidarium, presenta numerosi elementi di confronto con la dottrina di Ildegarda. Ritroviamo anche qui le tesi medievali in voga nell’epoca romanica. Onorio di Autun distingue tre cieli: il cielo corporale visibile, il cielo spirituale abitato dagli angeli e il cielo intellettivo, dove si trova e si mostra ai beati la Trinità. Simile divisione si basa del resto su un testo di San Paolo che allude al terzo cielo (2Cor, XII, 2). L’uomo riproduce l’universo. La testa, per la sua rotondità, è l’immagine della sfera celeste. I sensi traggono la loro origine dagli elementi: cosi la vista proviene dal fuoco celeste, l’udito e l’odorato dall’aria, il gusto dall’acqua, il tatto dalla terra. Come già si è detto, l’uomo deriva la sua carne dalla terra e partecipa, con le sue ossa, alla durezza delle pietre. Il suo ventre riceve tutti gli umori come il mare raccoglie i diversi fiumi. I suoi piedi sostengono il peso del corpo, come la terra sostiene tutto quello che è sopra di essa.
Così l’universo assolve la funzione non solo di uno specchio, ma anche di una scala. Il mistico romanico può contemplare la continua manifestazione di Dio. Nell’arte del XII secolo, ogni colpo di pennello o di martello esprime la vita. Quando il pittore o lo scultore è in armonia con la natura e con il suo Creatore, l’ispirazione permea e lo muove.
Nel riprendere i simboli biblici e profani, l’uomo romanico non ripete. Per il loro tramite, egli partecipa ai simboli eterni dell’umanità. Questi ultimi sono all’interno dell’Essere ed il contatto con la natura permette di renderli espliciti.

Autore: Marie Madeleine Davy
Pubblicazione:
Il simbolismo medievale
Editore
: Mediterranee (Orizzonti dello Spirito, 48)
Luogo: Roma
Anno: 1988
Pagine: 181-182

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...